Corriere del Mattino

NB.

Quotidiano della Campania

A spasso per la Campania tra storia e sapori. Minori

Preparate scarpe comode e zaino in spalla perché stiamo per partire alla scoperta della nostra amata regione! Vi porteremo con noi in un super tour tra le ricchezza della nostra terra attraverso la storia, le tradizioni, i prodotti tipici e le...


Preparate scarpe comode e zaino in spalla perché stiamo per partire alla scoperta della nostra amata regione! Vi porteremo con noi in un super tour tra le ricchezza della nostra terra attraverso la storia, le tradizioni, i prodotti tipici e le attrazioni culturali che rendono unici i nostri paesi!

Una sorta di vademecum che ci permetterà di conoscere, o anche riscoprire, e visitare le bellissime località che caratterizzano il territorio campano.

Pronti, partenza   VIAAA

In Costiera Amalfitana, tra Capo d’Orso e Conca dei Marini troviamo un vasta insenatura ch si affaccia sul mare e che ospita una vera e propria meraviglia, Minori.

La presenza di un sito archeologico importantissimo di origine romana, la Villa Marittima conferma la tesi che vede Minori un’antica località estiva per i nobili romani abbandonata  in seguito alle numerose alluvioni e ripopolatasi intorno al V secolo grazie agli abitanti della valle del Sarno in fuga dalle invasioni germaniche. Il nuovo villaggio prenderà il nome di Rheggina Minor per differenziarsi dal vicino e più esteso Rheggina Maior.

Sulle spiagge vennero ritrovate le spoglie di una martire cristiana, Santa Trofimena, alla quale è dedicata la cattedrale di Minori e che poi divenne la protettrice di tutta la Costiera Amalfitana.

Minori, come tutti i villaggi della costiera, ha sfruttato la vicinanza della repubblica di Amalfi godendo di ricchezze e guadagni ma subendo anche gli effetti della decadenza della città. Il susseguirsi di alluvioni e pestilenze decimarono la popolazione del luogo che viveva grazie ad una fiorente produzione di carta e pasta favorite dalla presenza dei tanti mulini. Un paese di pastai, quindi, che faceva concorrenza a Gragnano.

La grande spiaggia di Minori è molto estesa e accoglie i visitatori che desiderano approfittare del meraviglioso mare e godere di un lungomare sorridente. Il centro abitato si estende verso l’interno e punta verso l’alto sfruttando i dislivelli naturali e i vari terrazzamenti di orti e limoneti.

La cattedrale, i vicoletti, il lungomare, i piccoli negozietti, i numerosi ristoranti dove poter gustare ottime ricette della tradizione con pescato del giorno e poi i dolci d’eccellenza rendono Minori una vera perla della Costiera. Il paese è ricco anche di spazi verdi che offrono la possibilità di percorsi escursionistici come il Sentiero dei limoni oppure il sentiero delle antiche cartiere.

Una meta unica per vacanze ma anche per brevi soggiorni, accoglienza solare, cibo ottimo e paesaggi mozzafiato che fanno di Minori e di tutta la Costiera Amalfitana un luogo unico.

Appuntamento alla prossima settimana con un nuovo sorprendente viaggio alla scoperta della nostra amata Campania!

 


Antonietta Sorece

Antonietta Sorece. Classe ’89, generazione Harry Potter! Laureata in Filologia Moderna coltivo da sempre la passione per i libri, per le storie che raccontano e che mi permettono di vivere ‘nuove vite’ ogni giorno. Scrivo da diversi anni di fatti, di cose che conosco perché non sono in grado di inventarne e per questo leggo quelle scritte dagli altri!
Il primo libro che ho letto è stato ‘Storia di una Capinera’ di Verga, quello del cuore è ‘Il conte di Montecristo’. Leggo tanto, di tutto, per restare sempre informata, per evadere, per conoscere, per imparare, per avere un’alternativa. Datemi una biblioteca e un piccolo orto e mi vedrete felice!!

View all posts

Commenta